Tag Archive for acqua calda

DETRAZIONE DEL 65% FINO AL 31/12/2013

Attenzione!!

Il sito dell’agenzia delle entrate riporta la seguente notizia:

“Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del Dl 63/2013) al 31 dicembre 2013, per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti, spetta una detrazione del 65%. Le spese sostenute precedentemente fruivano, invece, della detrazione del 55%. Dal 1° gennaio 2014 la detrazione sarà del 36%, cioè quella ordinariamente prevista per i lavori di ristrutturazione edilizia.”

pannello solare 15 tubi

Inoltre riporta anche:

“il Dl 63/2013 ha stabilito che per le spese sostenute per gli interventi su parti comuni di edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la detrazione del 65% si applica dal 6 giugno 2013 fino al 30 giugno 2014.”

La detrazione spetta, tra gli altri interventi, anche per:

“l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università. Il valore massimo della detrazione è di 60.000 euro”

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito dell’agenzia delle entrate a questa pagina.

IL SOLE E L’ENERGIA SOLARE

Il sole,energia pulita e gratuita per tutti

Il Sole è una stella con dimensioni medio – piccole composta principalmente da idrogeno ed elio. Viene considerata come una nana gialla,che in pratica indica che la stella ha una temperatura superficiale di circa 5507 C° ,caratteristica che le conferisce un colorazione bianca, che però appare a noi gialla a causa dell’atmosfera terrestre. Il principio di funzionamento della nostra stella è; La fusione,che avviene all’interno del proprio nucleo, dell’idrogeno in elio. Questo processo crea ogni secondo un’enorme quantità di energia, emessa nello spazio sotto forma di radiazione elettromagnetica, o più precisamente come radiazione solare e vento solare. La radiazione solare, si divide principalmente come luce visibile ed infrarossi, e consente la vita sulla Terra fornendo l’energia necessaria ad attivare i principali meccanismi che ne sono alla base. Molto importante anche il fattore di insolazione della superficie terrestre che regola il clima e la maggior parte dei fenomeni atmosferici.Il Sole orbita attorno al centro della Via Lattea ad una distanza di circa 26.000 anni luce e completa la propria rivoluzione in 225-250 milioni di anni, inoltre è considerata una delle stelle più vicine, poste entro un raggio di 17 anni luce, (il Sole è la quinta più luminosa).L’energia generata dalla nostra stella, in 1 secondo è pari a 3,83×1026 joule, il che significa una quantità di energia impensabile da riprodurre sulla Terra. Per poter comprendere al meglio l’immensità di questa energia, che se espressa in wattora (Wh) si tradurrebbe in 112.500.000,000 terawattora (TWh),prendiamo da esempio la produzione mondiale di energia elettrica, che nel 2005 è stata di 17.907 TWh.In altri termini, per eguagliare l’energia prodotta dal Sole in 1 secondo, tutti gli impianti di produzione di energia elettrica del nostro pianeta dovrebbero funzionare a pieno regime per i prossimi 6.282,459 anni;O per meglio comprendere utilizziamo un paragone più semplice che si avvicina alle nostre abitudini e cioè, considerando che una lavatrice consuma circa 1 kWh per ogni lavaggio,ogni secondo il Sole potrebbe fornire energia per 112,5 miliardi di miliardi di lavaggi.

L’energia solare è la prima fonte di energia sulla Terra. La quantità di energia luminosa che giunge sulla superficie terrestre esposta direttamente alla radiazione solare si chiama costante solare ed il suo valore è approssimativamente di 1370 W/m².Tuttavia, dal momento che la luce solare subisce un’attenuazione durante l’attraversamento dell’atmosfera terrestre, sulla superficie del nostro pianeta il valore della densità di potenza si attenua a circa 1000 W/m²,(valore di riferimento per il test sia di pannelli fotovoltaici che termici) raggiunto in condizioni di tempo sereno quando il Sole è allo zenit (ovvero i suoi raggi sono perpendicolari alla superficie).Da considerare in fine il fatto che la Terra è uno sferoide in rotazione,pertanto l’insolazione media varia a seconda dei punti sulla superficie e, alle latitudini europee, è di circa 200 W/m².

Di seguito due tabelle che mostrano come avviene la radiazione solare e la potenza in W/m² a seconda delle varie condizioni ambientali

21

1

Solare termico

Un impianto solare termico è un sistema che consente lo sfruttamento dell’energia solare,permettendo tramite degli appositi collettori solari, o meglio pannelli termici la trasformazione dell’irraggiamento solare in calore con lo scopo ultimo di scaldare l’acqua che tutti noi utilizziamo quotidianamente per le nostre esigenze,nello specifico questi sistemi sono volti al riscaldamento dell’acqua sanitaria e all’integrazione con impianti di riscaldamento domestici in particolar modo con impianti di riscaldamento radiante a pavimento ma anche al riscaldamento di  piscine,e in questo caso i vantaggi del solare termico sono ancora più evidenti poiché si riesce a gestire al meglio anche impianti sovradimensionati e  sovraproduzioni di acqua calda soprattutto durante il periodo estivo.Il solare termico presenta diversi punti a favore e tra questi quelli di maggiore rilievo sono la possibilità di riscaldare ad impatto ambientale zero,in quanto non vi è nessuna produzione di inquinamento;E poi forse ancora più importante visto che va ad intaccare il nostro portafogli il fatto che la produzione dei acqua calda è totalmente gratuita dal momento che si sfrutta l’energia solare, per non tralasciare poi il risparmio annuo ottenuto evitando l’utilizzo di fonti di riscaldamento costose come metano,gasolio o legna.Tuttavia stabilire in modo preciso il risparmio non è possibile,in quanto molto dipende dalle abitudini personali di ogni persona,dal tipo di caldaia che si possiede ecc.

In ogni caso effettuando un calcolo approssimativo con abitudini di vita classiche potremmo “dire” di ottenere un risparmio di circa 100-180 Mc di metano all’anno evitando cosi l’immissione di circa 300 Kg di anidride carbonica in atmosfera all’anno.
Altro fattore molto importante è che questi impianti godono delle agevolazioni fiscali,quindi detrazione del 55% e iva agevolata al 10%.Detto ciò bisogna valutare i costi per la realizzazione di un impianto solare termico,partiamo comunque dal fatto che ormai questo tipo di impianti ha subito notevoli riduzioni di costo,principalmente grazie al fatto che hanno avuto una larga diffusione e considerato che oggi chi deve costruire un nuovo fabbricato ha l’obbligo di produrre parte del proprio fabbisogno energetico tramite fonti rinnovabili,come appunto il solare termico.

Il costo di un impianto dipende da vari fattori,come per esempio la dimensione dell’impianto,dal numero di collettori da installare,dal tipo di pannelli, dal fabbisogno di acqua calda,dalla latitudine del tetto, dal tipo di impianto (se a circolazione naturale o forzata), è importante  anche la facilità di installazione quindi l’accessibilità al tetto.

Funzionamento di un impianto solare termico

Principio di funzionamento di un impianto solare termico classico,come si può notare nello schema sotto riportato l’impianto è costituito da pannelli termici,serbatoio di accumulo,centralina,vaso di espansione e pompa di ricircolo. In caso di integrazione come nella maggior parte degli impianti bisogna avere anche una caldaia termo-camino geotermico ecc. Nell’impianto solare termico il Glicole circola all’interno dei pannelli termici  trasferendo il calore  ad un serbatoio di accumulo, dal quale si preleva l’acqua calda in base alle proprie necessità. Per la circolazione del glicole è necessaria una pompa che viene comandata dalla centralina  nel caso in cui la temperatura dell’acqua nei collettori è superiore a quella nel serbatoio di accumulo,la pompa potrebbe essere già contenuta nella centralina di comando a seconda del modello,oppure potrebbe essere integrata nella caldaia in caso di caldaia predisposta per il solare termico. Il funzionamento cosi ottenuto da la garanzia che l’impianto si attivi solo quando è in grado di fornire  energia termica(calore) all’utenza ma, principalmente, si evita che tramite i pannelli, in mancanza di irraggiamento solare, venga dissipata l’energia termica accumulata nel serbatoio.

Il serbatoio di accumulo è prevalentemente con doppia serpentina,poiché vi è l’integrazione con la caldaia,una serpentina è  situata in basso ed è collegata al circuito solare, mentre l’altra si trova posizionata in alto ed è collegata alla caldaia. Nel caso l’impianto solare non fosse in grado di portare l’acqua alla temperatura desiderata solitamente 40C° (causa giornate di brutto tempo), il riscaldamento è garantito dalla caldaia in modo da soddisfare sempre le esigenze di acqua calda.

3